venerdì 16 gennaio 2015

TORTA AL CIOCCOLATO CON CUORE MORBIDO


Ingredienti

- 200 gr di cioccolato fondente
- 200 gr di burro
- 130 gr di zucchero
- 4 uova
- 50 gr di farina 00
- Cacao amaro
- Zucchero a velo

La torta al cioccolato con cuore morbido è il dolce veloce ideale in caso di ospiti inattesi.
In particolare i dolci al cioccolato rappresentano senza alcuna ombra di dubbio il miglior modo per concludere un pasto, per iniziare la giornata con una colazione che fornisca la giusta energia, per accompagnare un tè a merenda o come spuntino prima di andare a dormire. Insomma i dolci al cioccolato sono perfetti per qualsiasi momento della giornata in cui ci si voglia prendere una pausa di dolcezza. Ecco come preparare la torta al cioccolato con cuore morbido, una torta facile e perfetta per ogni occasione.

Preparazione

Come per tutti i dolci al cioccolato, anche per la torta al cioccolato con cuore morbido è fondamentale rispettare i tempi di cottura e sperimentare di volta in volta la ricetta di questa torta facile a seconda della resa del vostro forno.
Cominciate con il far scioglier eil cioccolato tagliato in pezzi con il burro in un piccolo tegame.

A questo punto aggiungete al cioccolato lo zucchero e amalgamatelo bene. Passate ad aggiungere l’uovo e unirlo bene alla base del composto del dolce al cioccolato. Infine incorporate a pioggia la farina setacciata.

Una volta incorporati tutti gli ingredienti del dolce al cioccolato, mettete l’impasto in una tortiera precedentemente imburrata e spolverata con il cacao amaro.
Quest’ultima operazione impedirà che il tortino al cioccolato con cuore morbido si attacchi alle pareti della tortiera.

Infornate a 180°C per circa 18/22 minuti a seconda della resa del vostro forno. Una volta pronto il tortino al cioccolato con cuore morbido, fatelo raffreddare per un paio di minuti prima di servirlo spolverato con abbondante zucchero a velo.

Un’alternativa potrebbe essere quella di dividere l’impasto al cioccolato in pirottini monoporzione che dovranno poi essere capovolti nel piatto di portata al momento del servizio. Questa è un’ottima idea per preparare dolci facili e veloci all’ultimo momento e stupire i palati dei più golosi.

giovedì 15 gennaio 2015

Petto di pollo con mandorle







Ingredienti

300 g di petto di pollo
50 g di mandorle pelate
2 cucchiai di salsa di soia
poca farina farina
1 cipolla piccola
olio di semi (a vostro piacere)
pepe qb

Procedimento


Tostare le mandorle in una padella fino a che non saranno dorate e metterle da parte.

Tagliare il petto di pollo a listarelle e poi a dadini, impanarlo in poca farina e soffriggerlo per qualche minuto con la cipolla sminuzzata e un filo d’olio di semi. Aggiungere la salsa di soia (che darà il giusto grado di sapidità), mescolando, e le mandorle, portare a cottura il pollo (il tempo dipende dalla dimensione dei bocconcini, più piccoli saranno più velocemente cuoceranno).

Servire con una grattata di pepe (non occorre salare) e salsa di soia a parte, a piacere.

Se volete un risultato più cremoso, aggiungete un cucchiaio di farina e mezzo di bicchiere di acqua durante la cottura e mescolate bene per evitare la formazione di grumi.


mercoledì 14 gennaio 2015

CROSTATA DI FROLLA, RICOTTA DI PECORA, MIELE DI ZAGARA E NOCI


Ingredienti


per la frolla

250 grammi di farina 00

100 grammi di zucchero

100 grammi di burro ben freddo e tagliato a tocchetti

un uovo e un tuorlo

un pizzico di sale

un puntina di cucchiaino di lievito per dolci

per la crema

400 grammi di ricotta fresca di pecora

tre cucchiai di zucchero di canna (circa 80 grammi)

i semini di una bacca di vaniglia

2 uova + l’albume avanzato dalla frolla

60 grammi di gherigli di noce tritate grossolanamente

20 mezzi gherigli di noci intatti


miele di Zagara

Preparazione


Preriscaldare il forno a 180°C.

Preparare la frolla mescolando velocemente tutti gli ingredienti. Modellare a palla, avvolgerla nella pellicola e lasciar riposare per almeno 30 minuti.

Lavorare la ricotta con lo zucchero e la vaniglia, aggiungere le uova leggermente sbattute.

Foderare uno stampo (possibilmente a cerniera) e versarvi la crema di ricotta. Porre in cottura a 180 gradi per 30-40 minuti. Lasciare raffreddare.

Servire completando ogni fettina con un gheriglio di noce e un cucchiaino di miele.

martedì 13 gennaio 2015

Garganelli con tonno fresco e zucchine al profumo di rosmarino


Ingredienti 

per 4 persone
250 g di garganelli
200 g di tonno fresco
150 g di zucchini
40 g di panna
un cespo di radicchio rosso di Chioggia
un mazzetto di rosmarino
sale q.b.

Preparazione

15 minuti per la preparazione + 9 minuti per la cottura

Tagliare il tonno a cubetti e rosolarli in olio, salare aggiungendo il rosmarino tritato.
Tagliare le zucchine a bastoncini sottili e passarle in padella rendendole croccanti.
Cuocere i Garganelli in abbondante acqua salata, scolare e fare raffreddare.
Unire alle zucchine e al tonno, usare la panna o l'olio per legare.
Servire sopra un letto di insalata rossa tagliata a julienne.








Vino abbinato

Le erbe aromatiche sono un tocco piacevole per questo piatto equilibrato; il vino sarà bianco, giovane, fresco, dal profumo sottile e intenso, delicato, morbido, retrogusto leggermente amarognolo. 
FALANGHINA DEL SANNIO

lunedì 12 gennaio 2015

Bucatini alla Calabrese


Ingredienti

per 4 persone
320 g di bucatini
200 g di pesto Calabrese
150 g di pecorino crotonese
80 g di olio extravergine di oliva
5 foglie di basilico

Preparazione

10 minuti per la preparazione + 8 minuti per la cottura

Cuocere i Bucatini n abbondante acqua salata e nel frattempo frullare il basilico con un pizzico di sale e l'olio.

Scolare i Bucatini al dente e condire con il Pesto alla Calabrese, e il pecorino amalgamare bene e servire con un filo di olio al basilico come guarnizione.










Vino abbinato

Tendenza acida del piatto, in equilibrio con la tendenza dolce, l'aromaticità e la succulenza. Consigliamo un vino rosato dai profumi di fiori e frutta, secco, caldo morbido, fresco, leggera tannicità e giovane.CIRÒ ROSATO Iuzzolini

mercoledì 7 gennaio 2015

Bombette pugliesi


Le bombette pugliesi sono un secondo piatto di carne tipico della cucina pugliese e consistono in involtini di vitello  ripieni o in alcuni casi avvolti da pancetta, con un cuore saporito di caciocavallo. Una volta farcita la fetta di carne, questa viene arrotolata assumendo il tipico aspetto di una “bombetta”. Le bombette pugliesi tradizionali vengono cotte sulla brace ma, in alternativa, si possono cuocere in forno come nella ricetta che vi proponiamo qui e che rappresenta una delle numerose varianti di questo piatto tradizionale.

Ingredienti
Carne bovina 12 fettine sottili di vitello
Caciocavallo Calabrese (fiaschetto) 150 g
Prezzemolo qualche rametto
Sale q.b.
Aglio 1 spicchio
Pancetta dolce 12 fette
Olio extravergine di oliva Sibarizia q.b.
Pepe nero q.b.

Preparazione

Per preparare le bombette pugliesi iniziate tagliando a fettine sottili il caciocavallo (1), poi prendete le fettine di carne, ricopritele di carta da forno e con l’aiuto di un batticarne battetele per renderle sottili (2) . Salate, pepate le fettine e iniziate a comporre le bombette ponendo su ciascuna fetta di carne una fetta di pancetta, qualche fettina di caciocavallo e poi insaporite con il prezzemolo (3) e l’aglio tritato.



Arrotolate le fettine (4) e fermatele con un stuzzicadente. Oliate una pirofila (5)  che possa contenere tutte le bombette (6) e cuocete in forno preriscaldato a 200° per circa 30 minuti, terminate la cottura azionando il grill per qualche minuto e servite le bombette pugliesi ben calde.

VINO ABBINATO
REGALEALI LE ROSE
Uno dei migliori vini di Sicilia, Regaleali Le Rose della cantina Tasca d'Almerita è un vino rosato prodotto con uve Nerello Mascalese, questo vino di Sicilia è da sempre considerato nella filosofia aziendale come un prodotto importante, unisce alla sapidità dei bianchi l’eleganza fruttata dei rossi. Un vino siciliano che si abbina molto bene con le zuppe di pesce al salmone, i crostacei e il pollo con i peperoni. Le Rose è ormai un riferimento per i cultori di questa tipologia e uno dei vini della Sicilia più amati. Utilizzato moltissimo negli aperitivi è un vino della Sicilia richiesto anche per le ricorrenze e ottimo da consumare con gli amici nelle occasioni di festa. Regareali Le Rose, tra i vini siciliani più richiesti.
INGREDIENTI DAL NOSTRO ESHOP
PANCETTA DOLCE
La pancetta è un salume di suino preparato, come indica il nome, con la parte della pancia dell'animale.Contrariamente a quanto erroneamente sostenuto da molti siti internet, la pancetta non fa parte della categoria dei salumi insaccati, ma bensì deiprodotti salati (o alla categoria dei salumi crudi stagionati se si segue questa distinzione), in quanto preparata da tagli di carne intere e non da carne tritata.La pancetta di maiale è così tanto diffusa in Italia da essere inoltre inserita nell'elenco dei prodotti agroalimentari tradizionali di ben 12 Regioni

CIOCAVALLO CALABRESE (FIASCHETTO)
Formaggio stagionato a pasta filata, dura e non cotta, salata in salamoia per qualche giorno prodotto con latte vaccino intero. Forma a fiasco allungata, con base tondeggiante e testa a forma di spalla. Sapore rapido e piccante con almeno due mesi di stagionatura.Note: Viene utilizzato esclusivamente latte bovino calabrese.Senza conservanti.
OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA SIBARIZIA
Olio extravergine di oliva 100% italiano prodotto dall'azienda Sibarizia. Initalyfood suggerisce questo meraviglioso olio calabrese per le sue qualità sane e genuine. Un prodotto eccellente dell'enogastronomia italiana che racchiude tutta la bontà delle migliori qualità di oliva.


martedì 6 gennaio 2015

Fusilloni con uovo, pecorino e pane tostato


Ingredienti

• 2 uova
• sale
• 2 cucchiai di pangrattato
• pepe

Procedimento

In una capace zuppiera sbatti energicamente le uova con un pizzico di sale e un cucchiaio d'olio. Aggiungi 2 cucchiai di salsa di pomidoro e metà del pecorino grattugiato. Sbatti ancora.

Passa il pane grattugiato in un padellino, a secco, facendolo imbiondire. Aggiungi il pepe appena pestato e lascia aromatizzare a fuoco spento. Si sprigioneranno intensi aromi speziati.

Cala i fusilloni in abbondante acqua salata e scola al dente giusto. Fai perdere qualche grado di temperatura nello scolapasta.

Versa i fusilloni nella salsa all'uovo e condisci rapidamente. Nei piatti versa i fusilli e ricoprili con il pane bruciato e pepato e il pecorino rimanente.

VINO ABBINATO
ASYLIA DOC
Considerato il classico vino della Calabria, l'Asylia Melissa è un vino rosso molto piacevole della cantina Librandi, il finale è molto lungo, pieno, un vino di Calabria capace di esibire una notevole personalità. Annoverato tra i vini calabresi Doc l'Asylia Melissa è un vino fresco e fruttato da bere giovane per apprezzarne appieno le qualità. Rispetta totalmente la tradizione dei vini di Calabria negli accostamenti con i salumi, i tipici piatti del territorio e i primi piatti a base di ragù e, a differenza del classico vino calabrese rosso l'Asylia Melissa si abbina bene alle carni bianche. Una gemma preziosa tra i vini della Calabria.
I NOSTRI INGREDIENTI
LA PASTA: FUSILLONI "Pisani e Pasta"
Un formato molto diffuso in Italia capace di soddisfare anche i palati più esigenti. In Italy food suggerisce questa pasta calabrese trafilata al bronzo in quanto è un prodotto 100% italiano sano e genuino. Una pasta che abbraccia ogni condimento e ad ogni forchettata lascia in bocca il profumo del grano.
PECORINO CROTONESE
Pecorino semistagionato con stagionatura di almeno 4 mesi, formaggio da tavola dal gusto deciso e pronunciato. Pasta bianca e solubile, leggermente occhiato, crosta nera.Ingredienti: latte di pecora pastorizzato, caglio, sale.
PASSATA DI POMODORO CASARECCIA SIBARIZIA
Sughi gustosi, ricchi, appetitosi, creati sulla base delle ricette tipiche della cultura gastronomica italiana, senza l’utilizzo di conservanti e preparati con ingredienti di primissima qualità.
Olio extravergine di oliva 100% italiano prodotto dall'azienda Sibarizia. Initalyfood suggerisce questo meraviglioso olio calabrese per le sue qualità sane e genuine. Un prodotto eccellente dell'enogastronomia italiana che racchiude tutta la bontà delle migliori qualità di oliva.

lunedì 5 gennaio 2015

Mezzi paccheri con pane, burro e acciughe


Ingredienti

200 g di mezzi paccheri F.lli Mascolo
• 40 g di burro di malga
• 8 alici
• 1 fetta di pane

Procedimento

Quelli bravi lo chiamerebbero "comfort food": pane, burro, acciughe è una di quelle cose trasversali, in cui tutti possiamo trovare quel momento di gioia e appagamento papillare che ci provoca sospiri, felicità e la ricerca di un buon calice di vino.

Qui abbiamo voluto esplorare il territorio della pasta, sulla strada tracciata da grandi cuochi come Massimo Bottura e Matteo Fronduti. A loro il merito dell'idea, a noi il gusto di provarla e di goderne.

Ed è pure cosa che si prapara in un amen: servita può essere un formidabile antipasto.

VINO ABBINATO
GRECO DI TUFO Cantine San Paolo
Ottimo vino della Campania, il Greco di Tufo prodotto dalla cantina San Paolo è un vino bianco, tra i vini della Campania è sicuramente tra i più pregiati. Portato in Italia dai coloni ellenici nel VII-VIII secolo a.C., il Greco di Tufo era già descritto dai latini come animea gemella, per la caratteristica forma alata del suo grappolo. Greco di Tufo è un vino campano con certificazione D.O.C.G., famoso e ricercato è ottimo da abbinare con carni bianche, crostacei e formaggi non stagionati. Il Top tra la vasta scelta di vini campani.
LA PASTA
MEZZI PACCHERI LISCI F.LLI MASCOLO
I mezzi paccheri sono ispirati ai famosi paccheri ma di dimensioni più piccole; formato di pasta di origine campana…lavorato egregiamente dal pastificio di Gragnano di proprietà dei Fratelli Mascolo.I mezzi paccheri sono ideale per sughi a base di pesce e di molluschi ma anche con sughi di carne (un esempio!?!?...ragù) grazie allo spessore della pasta, alla sua capienza e all’attitudine, data dalla trafilatura al bronzo, ad assorbire il condimento.

domenica 4 gennaio 2015

Involtini di lonza ai pomodorini secchi


Ingredienti

• 500 g di lonza di maiale tagliata a fettine sottili
1 vasetto di pomodorini secchi sott’olio Sibarizia
• 30 g di parmigiano reggiano grattugiato
• 2 rametti di maggiorana
• 1 cipollotto
olio extravergine di oliva Sibarizia
• pepe nero
• sale

Procedimento

Mondate il cipollotto, eliminate la radice e la parte terminale verde delle foglie, lavatelo, asciugatelo e disponetelo nel mixer con i pomodorini, il parmigiano e le foglie di maggiorana. Frullate tutto fino a ottenere un trito non troppo fine.
Stendete le fettine di carne sul piano di lavoro e battetele leggermente tra due fogli di carta da forno. Salatele leggermente, spalmatele con il trito preparato e arrotolatele formando degli involtini.
Infilzate gli involtini su spiedini di legno messi a mollo in acqua fredda per 10 minuti e cuoceteli sulla piastra calda 5 minuti circa per lato, regolando il sale. Insaporiteli con una macinata di pepe e serviteli a piacere con un filo di olio.

VINO ABBINATO: DATTILO IGT "Ceraudo"
Vino rosso di Calabria prodotto con 100% di uve Gaglioppo, dal colore rosso rubino, profumo persistente e mai invadente risulta corposo e vellutato, leggermente speziato. Questo vino della Calabria è ottimo con carne, formaggi e piatti succulenti. Un vino calabrese degno di meritare ogni tipo di elogio che non lascerà delusi i consumatori, molto famoso tra i vini calabresi. Apprezzato, conosciuto e diffuso tra i vini di Calabria risulta essere un prodotto all'altezza di ogni situazione, uno dei vini rossi più buoni.
POMODORINI SECCHI SOTT'OLIO SIBARIZIA
Pomodori essiccati al sole conditi con olio di oliva ed erbette aromatiche.


sabato 3 gennaio 2015

Arrosto Alcamo al passito



Ingredienti

• 1 kg di lombata di vitello
1 bicchiere di vino bianco Alcamo
1 bicchiere di Passito di Pantelleria DOC
• 1 spicchio d’aglio
• 1 rametto di salvia
• 1 rametto di rosmarino
• burro
olio extravergine di oliva Sibarizia
• sale
• pepe

Procedimento

Sbucciate e tritate l’aglio con le foglie di salvia e gli aghi del rosmarino. Aggiungete al trito un pizzico di sale e uno di pepe e con il composto ottenuto massaggiate la carne. Disponetela in una pirofila, copritela con pellicola da cucina e lasciatela insaporire per una notte in frigorifero. 

In una casseruola ovale scaldate quattro cucchiai d’olio biologico Sibarizia e una noce di burro, unite la carne e fatela colorire a fuoco dolce per circa 5 minuti, girandola con due palette di legno su tutti i lati.

Coprite, collocate due retine fra recipiente e fiamma affinché la carne crogioli come se fosse sulla brace e cuocete per un’ora, spruzzando ogni tanto l’arrosto con il passito di Pantelleria DOC e vino bianco Alcamo  mescolati. Al termine della cottura trasferite l’arrosto su un tagliere, lasciatelo riposare per 5 minuti coperto con un foglio di alluminio, tagliatelo a fette e disponetelo su un piatto da portata preriscaldato. Irroratelo con il suo sughetto e accompagnatelo, a piacere, con patate al vapore o una fresca insalata mista di stagione.

INGREDIENTI DOC CONSIGLIATI

VINO BIANCO ALCAMO
Nasce dalla fusione tra il catarratto lucido, grande vitigno della tradizione siciliana, e la bella terra alcamese dove i monti, sui quali si coltivano le sue uve, si susseguono ininterrotti fino ad affondarsi nel mare.Vino fresco, sapido ed elegante con profumi e corposità mediterranei, poiché acidità e struttura sono bilanciati dalla natura.


OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA SIBARIZIA
Olio extravergine di oliva 100% italiano prodotto dall'azienda Sibarizia. Initalyfood suggerisce questo meraviglioso olio calabrese per le sue qualità sane e genuine. Un prodotto eccellente dell'enogastronomia italiana che racchiude tutta la bontà delle migliori qualità di oliva.


PASSITO DI PANTELLERIA DOC
Dalla meravigliosa isola di Pantelleria e dalle migliori selezioni di uve Moscato di Alessandria o Zibibbo ecco questo eccellente vino liquoroso dal colore dorato chiaro e dal profumo intenso, elegante e delicato.

venerdì 2 gennaio 2015

Stinco al vino rosato

Ingredienti

• stinco di manzo da 1 kg circa
• 1/2 l di vino rosato
• 20 nocciole tostate e sbucciate
• 8 grani di pepe nero
• 3 spicchi d’aglio con la buccia
• 1 mazzetto di rosmarino e alloro
• burro
• brodo vegetale
• farina
• olio
• sale


PROCEDIMENTO

Pestate le nocciole. Infarinate la carne. In una capiente casseruola fate scaldare cinque cucchiai d’olio con una noce di burro, il rosmarino e l’alloro legati con il filo, l’aglio con la buccia, pepe e sale. Dopo cinque minuti adagiatevi lo stinco e fatelo ben colorire. Eliminate l’aglio, aggiungete le nocciole, versate il vino e fate evaporare. Coprite e cuocete versando ogni tanto un po’ di brodo bollente fino a quando la carne comincia a staccarsi dall’osso, ci vorrà circa un’ora. Ritirate, lasciate riposare cinque minuti, passate lo stinco sul piatto da portata e servitelo a tavola con un purè di patate.

VINO CONSIGLIATO ED ABBINATO
CIRO' ROSATOIl classico vino della Calabria, il Cirò Rosato della cantina Iuzzolini, un vino rosato morbido e armonico con sfumature salmone e riflessi ciliegia; un vino calabrese dal profumo delicato, floreale con sentori di fiori e spezie, degno dei vini di Calabria più buoni. Prodotto da uve Gaglioppo il Cirò Rosato è uno dei vini calabresi più famosi e diffusi del territorio. Come i buoni vini della Calabria si accompagna bene con piatti a base di pesce, carni bianche e formaggi cremosi. Cirò Rosato: il Vino di Calabria!

giovedì 1 gennaio 2015

Millefoglie al cioccolato e clementine caramellate


Ingredienti

Per il millefoglie al cacao, il Pastello è composto da
250g farina 00
50g cacao amaro
un pizzico di sale
acqua frizzante quanto basta
30g burro
il Panetto è composto da
220g burro
20g farina 00
20g cacao amaro
Per la crema al latte e rum
250ml latte intero
20g farina 00
un baccello di vaniglia
65g zucchero semolato
10ml rum
Per la ganache al cioccolato fondente
250ml panna
300g cioccolato fondente
Per completare
5 clementine
30g zucchero di canna
una noce di burro
25ml rum
decorazioni in cioccolato
zucchero di canna q.b. per spolverizzare i rettangoli di pasta sfoglia

Istruzioni

Iniziare preparando la pasta sfoglia al cacao: Amalgamare tutti gli ingredienti del panetto tra di loro, avvolgere il panetto così ottenuto nella pellicola trasparente e far riposare in frigorifero per 20 minuti. Passato questo tempo, togliere il panetto dal frigorifero e stenderlo con un mattarello ad uno spessore non troppo sottile ma sufficiente per posizionarci sopra il pastello. Utilizzando il mattarello, appiattire il burro aiutandosi con del cacao e della farina miscelate insieme per evitare che si attacchi. Il pastello di burro dovrà incastrarsi perfettamente sopra il panetto steso senza strabordare. Piegare la sfoglia così ottenuta in 2 e rimettere in frigorifero per 10 minuti. Riprenderla dal frigorifero, stenderla con il matterello ad uno spessore di 7/8 mm e ripiegare in tre parti. Stendere la sfoglia nuovamente, allo stesso spessore di prima, e questa volta ripiegare in 4 parti. Avvolgere perfettamente la pasta sfoglia nella pellicola trasparente e lasciar riposare di nuovo in frigo per 30 minuti. Passare all'ultima tappa, riprendere dunque la pasta sfoglia dal frigorifero,darle una piega a tre poi di nuovo a quattro e lasciarla riposare in frigo ben chiusa per altri 30 minuti. Prima di utilizzarla e' sufficiente stenderla ad uno spessore di 2 mm, tagliarla a rettangoli tutti uguali, bucherellare ogni rettangolo con i rebbi di una forchetta e ricoprire con dello zucchero di canna. Cuocere il millefoglie al cacao nel forno ventilato già caldo a 180 gradi per 15 minuti al massimo. Tra una pausa di riposo e l'altra della sfoglia ci dedichiamo a preparare le due creme, iniziando dalla ganache al cioccolato fondente: portiamo la panna ad ebollizione e la uniamo poi al cioccolato tritato finemente, amalgamiamo e teniamo in frigorifero a rassodare. Per la crema al latte e rum, prendiamo un pentolino dal fondo spesso, ci versiamo il latte, i semini ed il baccello di vaniglia, lo zucchero e la farina setacciata, amalgamiamo con la frusta e portiamo a bollore, mescolando spesso, finchè la crema si addensa. Versiamo la crema al latte in una boule di vetro, ricopriamo con dello zucchero semolato per evitare la formazione della crosticina e, prima di utilizzarla, uniamo il rum e mescoliamo. 

Per ultimare, guarniamo con le clementine caramellate Sibarizia.

La composizione del dolce e' facilissima : versiamo le due creme in due tasche da pasticcere usa e getta, tagliamo la punta e componiamo gli strati del millefoglie con gocce di crema e clementine caramellate sopra. Decoriamo la superficie della torta con ciuffetti di crema e decorazioni in cioccolato (per farle e' sufficiente sciogliere del cioccolato a bagnomaria o nel microonde, spennellarne un po' sopra dei triangolini di carta forno che abbiamo precedentemente ritagliato e aggiungere, a piacere, della polvere d'oro alimentare. 
Buon appetito!!

INGREDIENTE DOC: CLEMENTINE CARAMELLATE SIBARIZIA
Dalla Piana di Sibari, culla delle vere clementine IGP, ecco un variazione sul tema davvero unica ed eccezionale, che nasconde un gusto ed una genuinità indescrivibile. Le clementine vengono infatti caramellate intere con la propria buccia, subendo 72 ore di cottura nello zucchero. La lavorazione artigianale lascia intatto il gusto dei mandarini.